Miele sardo: proprietà e benefici del miele più buono d’Italia

Miele Tipico SardoIl miele sardo è un miele unico. L’ampia varietà di mieli sardi è il naturale risultato della grande ricchezza di specie vegetali che contraddistingue il territorio. Miele millefiori, miele di acacia, miele di lavanda, miele di corbezzolo, miele di asfodelo… tutti i tipi di miele hanno le proprie caratteristiche e gusto, oltre a benefici e proprietà peculiari. Sapevi che il vincitore dello storico concorso “Roberto Franci” 2018 è proprio un miele sardo?

Ecco le caratteristiche, le proprietà e i benefici dei mieli di Sardegna.

Che cos’è il miele?

“…per miele si intende il prodotto alimentare che le api domestiche producono dal nettare dei fiori o dalle secrezioni provenienti da parti vive di piante o che si trovano sulle stesse, che esse bottinano, trasformano, combinano con sostanze specifiche proprie, immagazzinano e lasciano maturare nei favi dell’alveare”.

Il miele è quindi la sostanza prodotta dalle api. Le api bottinatrici raccolgono il nettare o la melata dai fiori e dalle piante, che sono la materia prima per la produzione. Trattengono queste sostanze e, una volta tornate all’alveare, le depositano. A questo punto, le api operaie le immagazzinano e riducono la quantità di acqua in esse contenute; poi lo rigurgitano e lo spandono in strati sottilissimi. Sbattendo le loro ali, riescono a creare una corrente d’aria che riduce ulteriormente l’umidità all’interno dell’alveare: dopo 36 giorni, il miele è pronto per essere estratto dai favi con il sapiente lavoro dell’apicoltore e diventare il prodotto che tutti noi apprezziamo.

Siamo abituati a pensare al miele come un semplice dolcificante (il più antico: per millenni è stato l’unico dolcificante utilizzato dall’uomo!). Ma il miele è molto di più, è un alimento prezioso e raro che nasce dal lavoro di insetti meravigliosi che ci regalano una sostanza dalle proprietà importantissime.

Perché il miele fa bene?

Spesso si dice che il miele è un vero e proprio medicinale per via delle sue proprietà curative, già conosciute addirittura dai Sumeri, che lo utilizzavano per curare ferite, gastriti, tosse, malattie degli occhi.

Ancora oggi, il miele è uno dei più noti “rimedi della nonna”, un incredibile antibatterico e antinfiammatorio. Chi non ha mai mangiato il miele per curare i malanni di stagione?

Ogni varietà di miele ha particolari benefici per la salute. Ecco le proprietà di quelli tipici della Sardegna.

Miele millefiori - Miele - Miele

Miele millefiori sardo

Il miele millefiori sardo è tipicamente il miele di macchia mediterranea, prodotto quindi a partire dai fiori delle piante spontanee più diffuse nell’isola, come l’Erica, l’asfodelo, i cardi e il rosmarino. Un ottimo mix che rende il Millefiori sardo differente dal Millefiori prodotto nelle altre regioni.  Il suo sapore varia al variare della stagione di produzione e delle piante da cui le api raccolgono il nettare. Sarà più speziato se le api hanno raccolto più nettare dai cardi selvatici o più dolce se hanno volato maggiormente intorno a fiori di Lavanda. Le sue proprietà nutrizionali? Alto contenuto di minerali e antiossidanti, ottimo alleato contro l’influenza e per placare la tosse. Il miele millefiori è utile anche perché stimola l’intestino e l’apparato digerente, oltre ad essere un buon antibatterico. Provalo in aggiunta al tuo yogurt!

Miele di Sulla

Dolce, delicato, dal colore molto chiaro, quando è cristallizzato il suo colore tende addirittura al bianco. Il miele di Sulla è prezioso soprattutto per il suo contenuto di vitamine A, B e C e di sali minerali come Zinco, Ferro, Rame, Magnesio e Manganese, che ne fanno un ottimo energizzante naturale. Ha inoltre proprietà diuretiche e lassative e la caratteristica di avere alto potere dolcificante ma una bassa quantità di zuccheri semplici. Provalo nel latte caldo per combattere le irritazioni alla gola e per placare la tosse!

Miele di corbezzolo - Miele - Miele

Miele di Corbezzolo sardo

Inconfondibile per il suo sapore amaro, il miele di corbezzolo è di colore scuro ed è il più famoso al mondo tra i mieli italiani. Questa varietà è una delle più rare e pregiate e si è dimostrata la più ricca di antiossidanti. Il miele di corbezzolo sarebbe in grado di migliorare i livelli di Ferritina sierica,  proteina che garantisce le riserve di ferro dell’organismo, e avere effetti benefici sul nostro sistema immunitario. Provalo in abbinamento a formaggi stagionati come il Fiore Sardo o il Caprino Conte!

Miele di Eucalipto

Colore ambrato, aroma particolare e intenso, con note di liquirizia e di bosco: il miele di Eucalipto è uno dei mieli sardi più diffusi ed è famoso per le sue proprietà balsamiche, che lo rendono indicato per la cura del raffreddore e degli stati influenzali. Ha una potente azione antibatterica, quindi è perfetto contro le patologie lievi dell’apparato urinario. Ottimo per la prima colazione!

Miele di lavanda - Miele - Miele

Miele di Lavanda

Il miele di Lavanda è gradevole al palato e il suo gusto richiama proprio il profumo tipico dei fiori da cui nasce. Di colore ambrato, cristallizza più rapidamente rispetto ad altre varietà. I benefici del miele di lavanda derivano dalle proprietà della pianta stessa: questo miele risulta infatti ottimo calmante del sistema nervoso, in grado di distendere e rilassare. Viene utilizzato inoltre per lenire il mal di testa ed è ottimo come antinfiammatorio dell’apparato respiratorio e per calmare la tosse. Non solo, il miele di lavanda viene usato anche per lenire il prurito da puntura di insetti e in cosmesi come ingrediente naturale per creme e maschere! Provalo con la Peretta sarda o su formaggi Vaccini semi stagionati come il Nobile.

Miele di Agrumi

Profumatissimo e in grado di donare alle tisane un gusto speciale di agrumi, il miele di agrumi è dolce e presenta una parte acidula. I benefici di questa varietà di miele sono legate alla sua capacità di stimolare l’appetito e depurare l’organismo, soprattutto se consumato prima dei pasti. Provalo sui dolci fritti o in bevande calde!

Miele di cardo - Miele - Miele

Miele di Cardo

Uno dei mieli sardi più famosi, il miele di Cardo ha un particolare sapore avvolgente e floreale. Con il suo ottimo potere dolcificante, è ricco di vitamine e minerali ed è considerato un alleato del nostro apparato digerente e cardiocircolatorio: aiuta infatti a digerire dopo i pasti ed è conosciuto per i suoi benefici sulla circolazione sanguigna. Provalo sul pane!

Come usare il miele sardo in cucina?

Il miele sardo è ingrediente importantissimo di molte ricette tipiche sarde. Delizioso sulle seadas, tipici dolci fritti ripieni di pecorino sardo e limone, come ingrediente dell’Aranzada, dolcetto a base di scorza di arancia e mandorle, o sui dolci tipici di Carnevale; il miele sardo è buonissimo anche nelle ricette salate come il petto d’anatra laccato o in abbinamento a pane carasau e formaggi misti.

Gusto e benefici per la salute in un vasetto, insomma. Il tuo miele preferito qual è?

Ti è piaciuto questo contenuto?

Seguici sui Social per non perderti i prossimi articoli:


 

 

Comments
Ilaria Sanna

Leave a reply

You must be logged in to post a comment.